dal 2015 - visita n. 654
Seminario.07
Seminario.07

 

Installazione (parte 3)


Una prova sul campo

Certo che resistere nello studio di un nuovo sistema operativo senza provare ad installarlo non è cosa facile. Così è accaduto che un collega ha messo a disposizione il suo portatile Olidata per procedere ad una installazione nel corso della seconda parte dell'incontro, dedicata al laboratorio. Quale occasione migliore !

Caratteristiche del portatile
   Modello Olidata
   Memoria RAM 256 MB
   Lettore CD-ROM bootabile
   Hard disk da 32 GB
   Windows XP già installato sull'intero disco con FAT32

La situazione che occorre affrontare prevede, quindi, un ridimensionamento della partizione Windows (hda1), la creazione di una partizione di swap di 512 MB (hda2) ed una partizione sufficientemente ampia, di almeno 3 GB, per Linux (hda3).

NOTA 1: il ridimensionamento di una partizione è sempre un'operazione rischiosa, si consiglia pertanto un backup di tutti i propri dati piu' importanti.

NOTA 2: in questa situazione, prima del ridimensionamento, è necessario che venga preventivamente effettuata una accurata deframmentazione dell'hard-disk.


Distribuzione utilizzata

Abbiamo voluto utilizzare la stessa distribuzione già installata nel laboratorio. Si tratta di una rimasterizzazione della Kanotix 2005-3, identificata dal nome provvisorio Livix 2005.1, realizzata per soli scopi didattici e non disponibile, quindi, in rete. Tuttavia niente è stato alterato nella parte relativa all'installatore e pertanto la procedura descritta dovrebbe funzionare altrettanto bene sia con la Kanotix sia con la Knoppix. Ricordiamo che la Kanotix è una versione ottimizzata per hard disk della Knoppix, che è la distribuzione scelta fin dall'inizio per il corso (versione 3.8.1).
Aggiungiamo ancora che Knoppix è una derivata di Debian e quindi, finita l'installazione, gli aggiornamenti si effettueranno con le metodologie tipiche della Debian.


Schema dell'installazione

  1. Avvio con boot da CD
  2. Ridimensionamento partizione Windows
  3. Aggiunta partizioni per Linux (swap e /)
  4. Configurazione Installazione
  5. Avvio Installazione
  6. Riavvio computer e test



1 - Avvio con boot da CD

A computer spento, inserire il CD Live, poi premere il pulsante/interruttore di avviamento e verificare che il boot stia avvenendo da CD. Alla schermata di prompt, usando Livix 2005.1, è sufficiente premere invio ed attendere l'avvio del window manager KDE. Livix è già configurato per la tastiera italiana.
Con gli altri CD Live (Knoppix o Kanotix) è necessario, invece, preselezionare la tastiera italiana digitando al prompt del boot: knoppix lang=it.
Rivedere, eventualmente, il seminario n.1.

A questo punto è necessario aprire una console, cliccando sull'icona corrispondente, e dare i seguenti 2 comandi:

su                  Acquisizione diritti di root
knx2hd              Avvio script di installazione


digitare, quindi, invio quando appare la seguente schermata:





2 - Ridimensionamento partizione Windows

Preselezionare la voce Partiziona sul seguente menù:



e premere invio. Viene lanciato il programma qtparted ed appare la seguente schermata:



selezionando, con un click del mouse, il dispositivo che interessa (in questo caso l'unica possibilità è /dev/hda) verrà prodotta la seguente tabella:



dalla quale emerge che si dispone di un hard disk di 32 GB con una grande partizione (hda1) di 31 GB assegnata a Windows e formattata fat32, e di una porzione di meno di 1 GB ancora disponibile e non formattata (area grigia).
Ci proponiamo, a questo punto, di ridimensionare la quantità di spazio dedicata a Windows (dal momento che ne sta occupando circa 8 GB) dedicandogliene ad esempio 16 GB. Per raggiungere l'obiettivo occorrerà cliccare con il tasto destro nell'area relativa ad hda1 e selezionare dal menù che apparirà la voce ridimensiona.



Impostare, quindi, il valore desiderato, compatibilmente con la parte già occupata e confermare. Si può operare in due modi: trascinando la cornicetta verde o impostando con la tastiera il nuovo valore. Se tutto procede correttamente dopo alcuni istanti dovrebbe apparire una nuova grafica con la situazione cambiata. Si noti tuttavia che ancora si tratta di una semplice simulazione, per applicare effettivamente i cambiamenti bisogna selezionare dal menù file la voce applica. Solo a questo punto le modifiche verranno registrate sull'hard-disk.



3 - Aggiunta partizioni per Linux (swap e /)

L'aggiunta delle partizioni per Linux avviene all'interno dello stesso programma qtparted. Capito ormai il meccanismo procediamo velocemente rinunciando alle figure.
Clicchiamo con il tasto destro del mouse sull'area libera che si è formata sulla grafica e selezioniamo, dal menu che apparirà, la voce crea. Quindi fissiamo: il tipo di partizione, la quantità di spazio desiderato ed il tipo di file system. Nel nostro caso sceglieremo: primaria, 512 MB (pari al doppio della RAM del computer), tipo linux-swap. Alla conferma la grafica mostrerà un rettangolino blu e nella tabella comparirà una nuova riga relativa alla partizione hda2. In modo del tutto analogo creeremo la partizione hda3 per Linux: primaria, 15 GB, tipo reiserfs. Si noti, al solito, che ancora si tratta di una semplice simulazione, per applicare effettivamente i cambiamenti bisogna selezionare dal menù file la voce applica. Solo a questo punto le modifiche verranno registrate definitivamente sull'hard-disk.
Si può uscire da qtparted utilizzando il menù file. Ci si ritroverà nuovamente nell'installatore di prima.



4 - Configurazione Installazione

Dal menù Configura l'installazione prende avvio questo quarto passo. La selezione verrà fatta con l'uso dei tasti freccia e della barra spaziatrice. Occorrerà rispondere ad una serie di domande, e nel nostro caso avremo:

A questo punto verrà riproposto il menù dell'installatore.



5 - Avvio Installazione

Sceglieremo dal menù la voce: Comincia l'installazione. Ci verrà proposta la seguente schermata riepilogativa:



Dopo aver verificato, in particolare, che la partizione per l'installazione è hda3 e che la partizione di swap è la hda2 possiamo confermare il tutto.

ATTENZIONE: le partizioni usate da Linux, la hda3 (per il sistema operativo) e la hda2 (per lo swap) verranno formattate, ecco perchè è bene prestare attenzione. Ricordiamo che la hda1 contiene Windows XP compresi tutti i nostri dati.

Inizierà allora la procedura di installazione automatica e ci potremo concedere una ventina di minuti di pausa. Il tempo dell'installazione dipenderà anche dalla velocità del computer.
Quando la procedura sarà giunta al termine ci verrà chiesto se preparare un dischetto di avvio, risponderemo no e tutto si concluderà regolarmente.



6 - Riavvio computer e test

A questo punto non resta che spegnere il computer, estrarre il CD dal lettore, e riavviare il computer. Al boot dovrebbe apparire presto una schermata contenente un menù simile a questo:



Con l'uso dei tasti freccia (su e giù) è possibile selezionare il sistema operativo di avvio, in questo caso risulta preselezionato Linux. Si noti, nella figura, che per Linux esiste anche una seconda possibilità di selezione, questo accade perchè durante l'installazione viene prevista una eventuale situazione di emergenza e viene predisposta una copia ridotta del sistema operativo per simili evenienze.
Il test si conclude, ovviamente, verificando che ciascun sistema operativo si avvii regolarmente.








Comandi Base (parte 6)
Installazione (parte 3)
Applicativi (parte 1)


Quota mini-HOWTO
Software Libero
Knoppix-Guida Rapida
Linux on Laptops


Cap07.pdf



Quando un popolo, divorato dalla sete di libertà,
si trova ad avere a capo dei coppieri che gliene versano a volontà, fino a ubriacarlo,
accade che, se i governanti resistono alle richieste dei sempre più esigenti sudditi,
son dichiarati tiranni. E avviene pure che chi si dimostra disciplinato nei confronti dei superiori
è definito un uomo senza carattere e servo;
che il padre impaurito finisce col trattare il figlio come suo pari e non è più rispettato,
che il maestro non osa rimproverare gli scolari e costoro si fanno beffe di lui,
che i giovani pretendono gli stessi diritti dei vecchi, e questi, per non parere troppo severi,
danno ragione ai giovani. In questo clima di libertà, nel nome della medesima,
non vi è più riguardo né rispetto per nessuno e in mezzo a tanta licenza nasce e si sviluppa una mala pianta:
la tirannia.
Platone (427-347 a.C.)

Valid CSS!
pagina generata in 0.001 secondi