dal 2015 - visita n. 624
Seminario.01
Seminario.01

 

Comandi Base (parte 1)

Ricordiamo che in Linux è basilare saper padroneggiare il sistema da terminale a linea di comando. Iniziando una rassegna dei comandi di base che ci permetteranno l'interazione con il s.o. vogliamo ricordare che, per evidenti motivi, non è possibile spiegarli tutti e con tutte le possibili opzioni, pertanto per ogni informazione aggiuntiva si può utilizzare il manuale interno digitando:

man <comando>

In Linux c'è una netta separazione tra l'amministratore di sistema (root), che ha i pieni poteri, e gli utenti normali con poteri limitati. Tutti però hanno a disposizione una directory per tenervi dentro i propri file. Per l'amministratore c'è una directory riservata (/root), mentre gli altri utenti dispongono di una directory personale posta all'interno della directory /home, per esempio: /home/user1, /home/user2, etc.
Una volta entrati nel sistema ci si ritrova a lavorare nella propria home directory, ma spesso si ha la necessità di muoversi fra le directory. Il comando cd è quello che serve.

cd /tmp

serve per entrare nella directory /tmp.

cd 

digitato senza argomenti, riporta alla propria home directory.

cd -

utilizzato con l'argomento - riporta alla directory di provenienza, infatti in questo caso ci si ritrova nuovamente nella directory /tmp.

Per sapere tutto su cd basta consultare il manuale interno:

man cd 



Il secondo comando è dir, che elenca file e directory presenti nella directory corrente, se non altrimenti specificato. Quasi sempre al suo posto si usa il comando ls (list). Essi hanno la stessa funzione e la stessa sintassi, basta confrontare le pagine di manuale relative all'uno ed all'altro comando.

Normalmente ls visualizza i file in ordine alfabetico e non visualizza i file nascosti, quelli cioè il cui nome inizia con un punto: per vedere anche questi file, occorre utilizzare l'opzione -a (all) che svelerà la presenza anche di due directory: "." e ".."; la prima è la rappresentazione della directory corrente, la seconda della directory superiore nell'albero delle directory. Ecco alcuni casi:

ls                  lista directory corrente 
ls -a               lista directory corrente, inclusi i file nascosti 
ls .                lista directory corrente 
ls ..               lista directory superiore 
ls /tmp             lista directory /tmp 


Un caso particolare è costituito dal "long listing format", usato per ottenere maggiori informazioni sui file:

ls -l               long listing 

ed un possibile output potrebbe essere questo:

-rw-r--r--    1 usr1    usr1       9306 mag 28 18:41 prova.txt
drwxr-sr-x    5 usr1    usr1       4096 gen 13  2005 GNUstep
drwx--S---    2 usr1    usr1       4096 apr 18 02:08 Mail
drwxr-sr-x    2 usr1    usr1       4096 lug 21 17:23 mirrored
drwx--S---    2 usr1    usr1       4096 gen  8  2005 nsmail
-rw-r-----    1 usr1    usr1     155403 mag 12 11:42 out.jpeg
drwxr-sr-x    2 usr1    usr1       4096 apr  9 01:56 prove
drwxr-sr-x    2 usr1    usr1       4096 mar  8 15:38 public_html


Qui notiamo molte informazioni in più su ogni file: oltre al nome è possibile vedere, ad esempio, a chi appartiene, la sua grandezza e la data di creazione. Il blocco di informazioni riportate sulla sinistra sarà esamineremo in seguito, è un insieme di caratteri che definiscono le caratteristiche di ogni file.

Altre opzioni, forse meno utilizzate, ma sempre utili sono le seguenti:

ls -S          ordina i file in ordine di dimensioni 
ls -t          ordina i file in ordine di creazione discendente (i più recenti in alto) 
ls --color     distingue tramite colori i vari tipi di file 
ls -h          esprime la dimensione del file in un formato più leggibile 
                                         (ad esempio, 2K, 32M, 4G, etc.); non ha senso se utilizzato
                                         da solo, ma può essere utile se abbinato con -l 








Introduzione
Cenni storici
Cronologia essenziale
Le Distribuzioni
Knoppix
Disclaimer
Avviare il CD Knoppix
Primi passi
File System (parte 1)
Scheda di Rete
Comandi Base (parte 1)


BIOS: Boot da CD
CheatCodes
Configurare Knoppix
Amministrazione di rete
Lug Cremona 01


Cap01.pdf
CD-Live Knoppix



E bella la goccia di rugiada sul filo d'erba, e non troppo piccina, se e' anche uno specchio del grande sole.
Ruckert

Valid CSS!
pagina generata in 0.001 secondi