dal 2015 - visita n. 1399
Pacchetti Slackware
Pacchetti Slackware

 

Pacchetti Slackware

Porteus è costruita su Slackware 14.1 e quindi, potenzialmente, può sfruttare tutti i pacchetti già precompilati per Slackware. Tramite i comandi tgz2xzm e txz2xzm è possibile, infatti, convertire i pacchetti Slackware in moduli Porteus. Ma attenzione perchè nella realizzazione di queste conversioni occorre sempre tenere conto delle dipendenze che non è detto che si trovino automaticamente risolte e quindi ci vuole un po' di abilità nella gestione di queste operazioni.

Per prima cosa occorre conoscere alcune fonti (repository) da cui prelevare i pacchetti Slackware precompilati per la versione 14.1, eccone alcune:

I formati presenti in queste fonti possono essere o il classico .tgz o il più moderno e compatto .txz. In entrambi i casi Porteus fornisce il comando adatto per effettuarne la conversione in moduli .xzm.
Il procedimento è abbastanza semplice, una volta scaricato il pacchetto slack1.tgz o slack2.txz, con uno dei due comandi si ottiene il corrispondente modulo:


Esempio di costruzione di un modulo con dipendenze

      Parent Directory                                                      
      celestia-1.6.1-i486-2_fs.dep                  19-Jul-2014 08:14   13   
      celestia-1.6.1-i486-2_fs.lst                  19-Jul-2014 08:14   60K  
      celestia-1.6.1-i486-2_fs.meta                 19-Jul-2014 08:14  539   
      celestia-1.6.1-i486-2_fs.tgz                  19-Jul-2014 08:15   38M  
      celestia-1.6.1-i486-2_fs.tgz.md5              19-Jul-2014 08:14   63   
      celestia-1.6.1-i486-2_fs.txt                  19-Jul-2014 08:14  279   

E facciamo attenzione alla presenza del file .dep oltre che al file .tgz che dobbiamo scaricare. Il file .dep, di appena 13 byte, contiene i nomi di 2 dipendenze: lua e gtkglext. Quindi anche questi 2 pacchetti dovranno essere inseriti nel nostro modulo definitivo. Allora ci organizziamo preparando una cartella di lavoro vuota, che chiamiamo work, nella quale andremo a depositare il file celestia-1.6.1-i486-2_fs.tgz appena scaricato.
Quindi eseguiamo i 3 comandi:

celestia: error while loading shared libraries: libgtkglext-x11-1.0.so.0: 
cannot open shared object file: No such file or directory

che ci ricorda la mancanza di una delle dipendenze, come visto all'interno del file .dep in precedenza.

Prima di procedere oltre per risolvere la situazione è opportuno fare una puntualizzazione:

Benche sia possibile avviare un applicativo tramite il menù ed il mouse, nelle fasi di debug è molto più utile avviare i programmi da terminale in modo da potere leggere i messaggi di un eventuale malfunzionamento.

A questo punto, fatta una breve ricerca nello stesso sito appena utilizzato, ci prepariamo a scaricare il pacchetto .tgz collegandoci a
http://porteus-apps.org/slackware/slackware-14.1/slackware/libraries/gtkglext/

      Parent Directory                                                    -   
      gtkglext-1.2.0-i486-3_fs.dep                   19-Jul-2014 09:57   14  
      gtkglext-1.2.0-i486-3_fs.lst                   19-Jul-2014 09:57  8.7K  
      gtkglext-1.2.0-i486-3_fs.meta                  19-Jul-2014 09:57  671   
      gtkglext-1.2.0-i486-3_fs.tgz                   19-Jul-2014 09:57  289K 
      gtkglext-1.2.0-i486-3_fs.tgz.md5               19-Jul-2014 09:57   63   
      gtkglext-1.2.0-i486-3_fs.txt                   19-Jul-2014 09:57  424   

Anche questa volta il file .dep ci avverte di un'altra dipendenza: pangox-compat, per fortuna l'ultima, oltre lua già vista in precedenza. Quindi scarichiamo nella cartella work il file

gtkglext-1.2.0-i486-3_fs.tgz

ed i file:

pangox-compat-0.0.2-i486-1_fs.tgz
lua-5.1.5-i486-1_fs.tgz


prelevati, rispettivamente, da:

http://porteus-apps.org/slackware/slackware-14.1/slackware/libraries/pangox-compat/
http://porteus-apps.org/slackware/slackware-14.1/slackware/development/lua/

dopo aver verificato attentamente che nessuno dei due ha dipendenze da soddisfare.

A questo punto convertiamo i 3 file .tgz in altrettanti file .xzm:

Visto che in precedenza abbiamo attivato celestia per testarlo, procediamo adesso ad attivare anche i 3 moduli, appena costruiti, con:


















ReLivix-Slack
Porteus
Chiavetta Base Porteus
Moduli
Operazioni con moduli
Pacchetti Slackware
Slackyd
Cheatcodes
Chiavetta ReLivix-Slack
Moduli rlvx
Moduli alieni
Forum



E' certo che una conoscenza che incomincia con un complimento si svilupperà in una reale amicizia. Essa nasce nel modo più bello.
Oscar Wilde

Valid CSS!
pagina generata in 0.001 secondi