dal 2015 - visita n. 812
IntroHtml
IntroHtml

 

Intro Html

HTML è l'acronimo di HyperText Markup Language. Si tratta di un linguaggio utilizzato come base per la creazione di pagine ipertestuali. Ha la caratteristica di mescolare in mezzo al testo del documento una serie di contrassegni (Markup) che servono sostanzialmente:

Quest'ultima caratteristica, che consente la lettura non sequenziale del testo, è tipica degli ipertesti.

HTML non è, però, un Linguaggio di Programmazione ed un documento HTML non è un programma per computer. HTML specifica la sintassi e la grammatica di semplici comandi che, quando applicati ad un testo o ad un'immagine, permettono di modificarne gli attributi di visualizzazione. Inserendo una lista di questi semplici comandi, chiamati tag si genera un insieme di istruzioni che il computer può utilizzare per formattare il documento come desiderato.
Tipicamente un tag viene individuato dal nome del comando racchiuso tra parentesi triangolari assieme ad eventuali opzioni:

In questi appunti verranno presentati i tag e le opzioni di più frequente utilizzo. Quando necessario si utilizzerà la lavagna interattiva tableau per le esercitazioni e per mettere in pratica gli esempi. Nella realtà, invece, è il browser che consente la corretta interpretazione del codice HTML.

Il browser

Il browser è lo strumento per eccellenza per utilizzare Internet, è un programma interattivo per visualizzare testi, immagini e altre informazioni che costituiscono il tipico contenuto di una pagina web di un sito o di una rete locale. Detto anche navigatore, il browser è in grado di interpretare il codice HTML e di visualizzarlo in forma di ipertesto.


Tim Berners Lee

Il primo browser fu sviluppato al CERN di Ginevra dagli informatici Tim Berners-Lee (nato a Londra nel 1955) e Robert Cailliau (nato a Tongeren, Belgio, nel 1947); sono stati tra i primi precursori del concetto di WWW e fondatori del W3C. Il loro browser venne chiamato WorldWideWeb, ma serviva inizialmente per puro scopo dimostrativo ed era disponibile solo per il sistema operativo NeXT.
Mosaic fu invece il primo browser a raggiungere un'apprezzabile popolarità internazionale, venne sviluppato dal National Center for Supercomputing Applications (NCSA), e fu seguito poi da Netscape Navigator, che crebbe in fretta e divenne la piattaforma su cui vennero messe a punto alcune innovazioni oggi comunissime (come ad esempio JavaScript).


Robert Cailliau

Poi fu la volta di Internet Explorer di Microsoft. Ma, attorno alla metà degli anni novanta, le innovazioni introdotte da Netscape divennero così sofisticate da costituire una minaccia potenziale per gli interessi di Microsoft, e scoppiò quindi la cosiddetta guerra dei browser. Una competizione inizialmente commerciale e poi di immagine avviata da Microsoft con l'inclusione di Internet Explorer nel proprio sistema operativo Windows, stroncando così sul nascere gli altri concorrenti.
La reazione di Netscape avvenne nel 1998 con il rilascio del proprio codice con licenza open source. Il progetto Mozilla che ne derivò fornisce il codice che è alla base oggi di diversi browser, fra i quali Netscape, Mozilla Suite, Galeon, Beonix, e Firefox. A quanto pare oggi Firefox sta riprendendosi gradualmente il terreno perduto da Netscape, essendo presente in circa il 15% dei computer, secondo stime attendibili.



Intro Html
Pagina Html
Tools per Html
Codici dei Colori
Caratteri Speciali
Window Creator
Tableau



Se potessimo vivere abbastanza a lungo per vedere l'esito delle nostre azioni, forse coloro che si dicono i buoni sarebbero afferrati da un pazzo rimorso, e coloro che il mondo qualifica perversi proverebbero una nobile gioia. Ogni nostra piccola azione passa per il vasto meccanismo della vita che può stritolare le nostre virtù, riducendole in polvere, e lasciandole prive di valore, come può pure trasformare i nostri peccati in elementi di una nuova civiltà, più ricca e più gloriosa di quella che la precedette.
Oscar Wilde

Valid CSS!
pagina generata in 0.001 secondi