dal 2015 - visita n. 522
Ibridazione
Ibridazione

 

Ibridazione

  Per la loro struttura ben definita, i fiori di hibiscus sono spesso studiati nelle classi di botanica. Si tratta, infatti, di fiori completi, ossia ogni fiore ha sia la struttura riproduttiva maschile (Antere) sia quella femminile (Stigma). Guardando un fiore di hibiscus dalla parte posteriore si vedranno cinque sepali di colore verde che si irradiano dal gambo alla base del fiore, ciascuno di essi sostiene uno dei cinque petali che formano la corolla del fiore. Nella parte inferiore del fiore, in fondo all'imbuto, si trova l'ovario dove si formeranno i semi, ogni ovario ha cinque sezioni e quindi il fiore è in grado di produrre cinque camere da seme. Sulla sommità delle antere è presente il polline con il quale gli insetti pronubi fecondano gli stigma.

Nel caso dell'impollinazione artificiale, o ibridazione, occorrerà selezionare un fiore che fungerà da maschio ed un fiore che fungerà da femmina. Il nuovo hibiscus ibrido, che crescerà dai semi creati dai tentativi di ibridazione conterrà circa la metà del materiale genetico di ciascuno dei genitori.

L'operazione di ibridazione può essere suddivisa in quattro fasi:
 

  Volendo è possibile anche racchiudere la capsula dei semi in una reticella fine per evitare che i semi cadano sul terreno, se capita di non controllare proprio il giorno in cui si apre la capsula. Quando la capsula è matura, in un giorno il suo colore inizierà a virare sul marrone, ed il giorno dopo si trasformerà in marrone e si aprirà, mostrando 5 camere con uno o più semi in ciascuna camera. Questi sono ora pronti per la semina, ed inizia la fase più emozionante. 


Come piantare i semi

Dopo aver faticato tanto per ottenere i preziosi semi dell'ibridazione, è necessario seguire scrupolosamente le indicazioni seguenti per la semina al fine di ottimizzare la percentuale di successi.


















Green
Introduzione
Coltivazione in vaso
Coltivazione in terra
Irrigazione
Concimazione
Ibridazione
Luce e Temperatura
Potatura



Trovare non è niente. Il difficile è aggiungere a se stessi quello che si trova.
Paul Valéry

Valid CSS!
pagina generata in 0.001 secondi