U   [72 termini]
Indice

U-NII: Abbreviazione di "Unlicensed National Information Infrastructure". Spettro di frequenze su 5.8-GHz.

UA: Acronimo di "User Agent". Agente utente, una voce applicativa che rende disponibile l'MTS all'utente.

UAC: Acronimo di "Union Aerospace Corporation".

UARPS: Acronimo di "Unisys ARPS".

UART: Acronimo di "Universal Asynchronous Receiver Transmitter". CHIP standard presente nelle porte seriali, attua la conversione da SERIALE a parallelo e viceversa. Ne sono esistiti vari: 8250, 8250A, 8250B, 16450, 16550, 16550A e finché dureranno le seriali, verrà usato il 16550AF

UCDS PASCAL: Versione di maggior successo del linguaggio di programmazione Pascal, sviluppato presso l'Institute for Information Science dell'universita' di California. Rispetto al Pascal standard contiene molte estensioni soprattutto nella manipolazione delle stringhe e nella GRAFICA.

UDDI: Acronimo di "Universal Description, Discoverey and Integration". DIRECTORY in cui sono catalogati servizi WEB esposti sulla RETE.

UDF: Acronimo di "Universal Disc Format".

UDMA: Acronimo di "Ultra Direct Memory Access".

UDP: Acronimo di "User Datagram Protocol". Protocollo DATAGRAMMA utente, il PROTOCOLLO di trasporto che offre un servizio di trasporto in modalità CONNECTIONLESS nei protocolli INTERNET. Viene spesso utilizzato con applicazioni SNMP (Simple Network Management Protocol).

  • Acronimo di "Unsequenced Datagram Protocol". Protocollo per Datagramma senza sequenza formato anche in assenza di connessione, Protocollo Internet portato su pacchetti IP. Esempi di servizi e applicazioni che usano UDP sono ICQ, DNS NetBIOS (per trasmissioni a largo spettro ecc.) e RIP.

    UHA: Acronimo di "United Hacking Association".

    UHCI: Acronimo di "Universal HOST Controller Interface".

    UHF: Acronimo di "Ultra-High Frequency". Intervallo di frequenze che si estende da 300 MHz a 3 GHz. Tipo di FREQUENZA, utilizzato nelle trasmissioni televisive o nei computer che hanno come dispositivo di output un comune televisore domestico.

    UI: Acronimo di "User Interface".

    UID: Acronimo di "User IDentification".

    ULTRIX: Sistema Operativo tipo UNIX della DEC.

    UMA: Acronimo di "Unified Memory Architecture".

  • Acronimo di "Upper Memory Area".

    UMB: Acronimo di "Upper Memory Block". Vedi.

    UMC: Acronimo di "United Microelectronic Components".

    UMIST: Acronimo di "University of Manchester Institute of Science and Technology".

    UML: Acronimo di "Unified Modeling Language".

    UMTS: Acronimo di "Universal Mobile Telecommunications System". Tecnologia in via di IMPLEMENTAZIONE (2001), fornira' un accesso a larga BANDA dei servizi INTERNET anche dai computer portatili e telefonini. Questa sara' di alcuni megabits per secondo in confronto dei 9600 BPS ora possibili con la tecnologia WAP.

    UN/TDI: Standard delle Nazioni Unite per la strutturazione dei dati EDI. Ampiamente utilizzato nel Regno Unito, nella versione TRADACOMS.

    UNC: Acronimo di "Universal Naming Convention". Il modo standard per descrivere i SERVER di RETE e le loro subdirectory sotto DOS e Windows NT. Nel formato UNC un nome consiste di due backslashes seguiti dal nome del server, opzionalmente seguito da un altro backslash e dalla lista di sottodirectory. Ad esempio: \\SERVER1\MYDIR\SUBDIR1\SUBDIR2\FILENAME.EXT.

    UNDERFLOW: Superamento del limite. Si verifica quando il risultato di una operazione è una quantità diversa da zero, ma più piccola dello zero della macchina.

    UNDERSCORE: Trattino corrispondente alla sottolineatura _ che unisce due nomi di un INDIRIZZO E-Mail e sostituisce lo spazio (non consentito negli indirizzi).

    UNDO: Annulla. FUNZIONE che annulla gli effetti di un COMANDO ripristinando la situazione precedente.

    UNDOCUMENTED: Informazione relativa ad un prodotto che non è resa pubblicamente disponibile da parte del costruttore. Può essere ottenuta tramite particolari operazioni (disassembly, trial-and-error, etc.) di ingegneria inversa (reverse-engineering). Questo tipo di informazione non vincola il costruttore a mantenere la compatibilità nelle future versioni, pertanto il suo uso è molto rischioso per le versioni future degli applicativi che ne fanno uso.

    UNI: Ente Nazionale Italiano di UNIficazione. E' una libera associazione, con sede a Milano, che si occupa della definizione dello standard nel settore della tecnica. Di forma federativa, corrisponde all'ISO di Ginevra.

    UNICEF: Acronimo di "United Nations International Children's Emergency Fund".

    UNICODE: Uno standard che permette di rappresentare i caratteri di tutte le maggiori lingue del mondo con stringhe di 16 BIT. Ad esempio le stringhe di caratteri nel linguaggio JAVA sono stringhe Unicode.

    UNIFIED CLASSES: Classi unificate appartenenti all'infrastruttura di .NET.

    UNIQUE VISITOR: Il numero di utenti che ha visitato il sito; da non confondere con il numero di Hit o impression.

    UNITA': Unit. Dispositivo periferico di un sistema di elaborazione dati.

  • Nome che serve ad identificare le unita' periferiche. Nel sistema operativo MS/DOS e Windows i drive per i floppy sono identificati con le lettere "A" e "B", il primo hard disk con la lettera "C".

    UNITA' CENTRALE DI ELABORAZIONE: Central Processing Unit. Vedi CPU.

    UNITA' DIDATTICA: Minima unita' conoscitiva di un argomento, base del percorso didattico, in un programma CAI. Ha lo scopo di portare un allievo da uno stato di ignoranza ad uno stato di conoscenza che lo stesso programma certifica con opportune tecniche. L'unita' didattica e' costituita dal codice di identificazione, dal contenuto (testi e illustrazioni), dai comandi e dal rinforzo.

    UNIVAC: Contrazione di "UNIVersal Automatic Computer". Primo eleboratore elettronico DIGITALE commerciale a programma memorizzato, entrato in produzione nel 1951, capace di trattare informazioni numeriche e testuali. UNIVAC prevedeva l'uso di periferiche specifiche: le Unityper (macchine da scrivere elettriche per l'input dei dati), le Uniservo (unita' a nastri magnetici come MEMORIA di massa), le Uniprinter (stampanti).

    UNIX: Sistema operativo, nato verso la fine degli anni '60, presso la AT&T-BELL principalmente ad opera di Ken Thompson. Scritto in ASSEMBLY, inizialmente monoutente, da cui il nome, divenne ben presto, dopo i primi successi, multiuser. Venne però riscritto completamente in linguaggio C. Usa il PROTOCOLLO di RETE TCP/IP. Delle versioni piu' diffuse ricordiamo: UNIX (Unix System Lab.), Xenix (The Santa Cruz Operation Inc.), AIX (IBM), Ultrix (DEC), HP/UX (Hewlett-Packard), BSD (Berkeley), Linux (freeware, sviluppato all'interno di Internet da Linus Torvalds e collaboratori). Per lo sviluppo di uno "UNIX" standard svincolato dal controllo di un solo produttore si sono formati nel tempo vari organismi confluiti nel consorzio internazionale X/OPEN.

    UPCONVERTER: Dispositivo per sommare una FREQUENZA più bassa ad una frequenza a microonde.

    UPGRADE: Aggiornamento. Potenziamento. Miglioria apportata ad un prodotto hardware o software in termini di funzionalità ed efficienza.

    UPI: Acronimo di "Universal PERIPHERAL Interface".

    UPLOAD: Spedizione di FILE dal proprio computer verso SERVER INTERNET, soprattutto effettuati via FTP. E' il contrario di DOWNLOAD.

    UPPER MEMORY BLOCK: Una sezione non contigua di MEMORIA allocata tra gli indirizzi 640 Kb e 1024 Kb, cioè tra i segmenti 0A000h e 0FFFFh.

    UPS: Acronimo di "Uninterruptable Power Supply. Gruppo di continuità, unita' generatrice di corrente di emergenza.

    UPX: Acronimo di "Ultimate Packer for eXecutables".

    URBAN LEGEND: Vedi LEGGENDA METROPOLITANA.

    URC: Acronimo di "Uniform Resource Characteristic". Questa risorsa non si limita a descrivere ma indica anche il titolo, l'autore e le posizioni aggiuntive del PROTOCOLLO.

    URI: Acronimo di "Uniform Resource Identifier". Sono stringe di caratteri che identificano la posizione precisa di una risorsa disponibile su WWW. Comprendono gli URL, gli URN e gli URC. Il loro utilizzo principale consiste nel localizzare una pagina WEB utilizzando gli URL.

    URL: Acronimo di "Uniform Resource Locator". Formato standard per identificare una risorsa INTERNET (sito Web) accessibile tramite WWW. Puntatori a nomi di FILE in una DIRECTORY del SERVER Web, ma che possono puntare anche a risorse FTP, GOPHER, NEWSGROUP, utilizzando altri protocolli diversi dall'HTTP. In genere utilizza uno dei due formati seguenti:

  • protocollo://nomehost:porta/percorso
  • protocollo://nomeutente:password@nomehost:porta/percorso

    URL FILE: File schema URL, utile per la ricerca di FILE, soprattutto file grafici come .gif, .jpg.

    URN: Acronimo di "Uniform Resource Name". Un identificatore di risorse differente rispetto agli indirizzi URL e sviluppato dal consorzio W3C. I nomi di risorsa uniformi sono permanentemente fissati sull'oggetto e risolti presso l'URL.

    UROULETTE: Gergale. Pagina INTERNET la cui FUNZIONE è quella di rimandare chi vi si collega ad un'altra pagina.

    USART: Universal Synchronous and Asynchronous Receiver Transmitter. RICEVITORE e Trasmettitore sincrono e asincrono di tipo universale.

    USASCII: Acronimo di "United States American Standard CODE for Information Interchange". Codice standard, usato negli Stati Uniti, per la trasmissione dei dati.

    USB: Acronimo di "Universal Serial Bus". Nuovo standard per la connessione SERIALE. Consente anche l'attivazione a computer acceso.

    USEMAP: Mappe interpretate dal lato CLIENT attraverso uno schema di coordinate x e y.

    USENET: Contrazione di "USErs-NETwork". La RETE dove vengono inviati i messaggi (articoli) dei NEWSGROUP. Basata sul PROTOCOLLO NNTP. Contiene più di 1500 aree di argomenti alle quali l'utente contribuisce unicamente tramite posta elettronica. Possono essere trasportati testi, immagini e FILE audio.

    USER: Persona od organizzazione che utilizza una determinata procedura od un elaboratore.

    USER FRIENDLY: Amichevole per l'utente. Di facile apprendimento e utilizzo. Attributo di dispositivi hardware o di procedure software con connotazioni tali da poter essere facilmente utilizzabili da un utente non particolarmente esperto.

    USER NAME: Vedi USERNAME.

    USERID: Vedi USERNAME.

    USERNAME: Nome utente, è l'identificativo con il quale un utente si collega ad un computer remoto. Questo nome viene dato ad ogni nuovo utente che si registra per poter usare il sistema. L’abbinamento UserName più PASSWORD è la chiave per accedere ad un sistema in RETE.

    USL: Acronimo di "Unix System Laboratories".

    USN: Acronimo di "Update Sequence Numbers".

    USSD: Acronimo di "Unstructured Supplementary Services Data".

    UTC: Acronimo di "Universal Coordinated Time".

    UTENTE: User. Qualsiasi persona che risolve problemi specifici mediante un sistema per l'elaborazione elettronica dei dati.

    UTILITY: Ogni programma di uso generale, incluso o no nel sistema operativo, che esegue funzioni comuni ed utili.

    UTP: Acronimo di "Unshielded Twisted Pair". Doppino non schermato. Cavo contenente uno o più doppini intrecciati non protetti da una schermatura. Un UTP è più flessibile e occupa meno spazio rispetto ad un cavo a doppino schermato (STP) ma ha un'ampiezza di BANDA inferiore.

    UUCP: Acronimo di "Unix to UNIX Copy". COMANDO Unix che gestisce la trasmissione di informazioni tra sistemi unix utilizzando connessioni seriali e normali linee telefoniche. Necessita di un MODEM su RTC.

    UUENCODE/UUDECODE: Programma che permette la codifica dei FILE binari in formato ASCII in modo da poterli inviare mediante posta elettronica. Poichè la posta deve essere costituita da testo e non da informazioni binarie (immagini, suoni digitalizzati), Uuencode trasforma questi file come fossero file di testo permettendo così di allegarli al messaggio. Il ricevente utilizzando Uudecode visualizzerà il messaggio (con le possibili immmagini, suoni, ecc.).

    UV: Acronimo di "UltraViolet".


    Indice


    © Glossario ByteMan OpenWeb   Copyright 1993..2007   Riservati tutti i diritti.   Aggiornato al 9-aprile-2006.